Fitting, ovvero la modella che fa il “manichino in carne e ossa”

“Quante volte quando andiamo a fare shopping ci capita di sentire la nostra amica, che ci accompagna, dire: – la giacca ti fa difetto sulle spalle, hai le braccia troppo lunghe, le maniche ti stanno corte e il pantalone ti veste male sul cavallo… -. Per chi non lo sa il fitting serve proprio a questo: quando c’è un difetto non vuol dire che sono per forza io ad essere sbagliata ma forse è il capo che non è stato “fittato” bene. Ognuno di noi è diverso, ovviamente, ma quando un capo è stato testato come si deve avrà meno difetti chiunque sia ad indossarlo. Il mio lavoro è questo… Eh sì, faccio il manichino vivente, testo i vestiti e vengo regolarmente punta da spilli, ma sono felice del mio lavoro, quasi sempre… Le mie giornate iniziano sempre presto e appena arrivata sul lavoro indosso una bella scarpa con il tacco che mi accompagnerà per tutta la giornata. Ormai i miei piedi, come quelli di una ballerina, sono diventati insensibili; posso passare giornate intere sui tacchi e non sentire niente. Indosso capi meravigliosi tutti i giorni e a volte mi sento proprio una principessa, anche se la magia finisce appena torno ad indossare i miei jeans con t-shirt. Molte mie amiche mi chiedono – come mai i capi di grandi firme costano così tanto di più rispetto ad altre marche più economiche? – Io rispondo sempre: per tutto il lavoro, il tempo e lo studio che sta dietro ogni abito, ore e ore di fitting per rendere un capo perfetto sotto ogni punto di vista e, ovviamente, i materiali e le rifiniture che un occhio esperto o una modella incallita come me possono notare. Ormai a furia di fare il manichino sono diventata una vera esperta di cuciture, tessuti e rifiniture. Ma il lavoro della modella può essere anche questo “impara l’arte e mettila da parte” che nella vita non si può mai sapere”.

 Il “fitting” è il primo momento in cui un abito dopo essere stato disegnato, prodotto e aggiustato su un manichino viene fatto indossare a una modella. La modella in questo lavoro è di fatto “un manichino in carne e ossa”. Proprio come un manichino, la modella indossa l’abito per permettere allo stilista di vedere l’effetto del capo indossato, valutare se ci sono difetti o modifiche da fare. Nel mondo della moda il fitting è tutto sommato un lavoro ben pagato (rispetto agli altri lavori delle modelle “normali”, intendiamoci); è un lavoro tipicamente lungo e stancante che porta la modella a stare in piedi per giornate intere sui tacchi, a disposizione dello stilista e delle sue richieste. Per finalizzare una collezione intera spesso ci vogliono mesi e a volte bisogna lavorare anche di notte perché il giorno dello show inesorabilmente si avvicina e le cose da fare sono spesso ancora molte.

Viene chiamato sempre “fitting” anche  la prova dell’abito prima della sfilata. Una volta selezionata la modella che indosserà uno dei capi che sfileranno sulla passerella la ragazza scelta viene chiamata dallo stilista per la prova dei capi indossati e se ci sono dei piccoli ritocchi da fare per rendere l’abito perfetto su di lei, le sarte lavoreranno per adattarlo perfettamente, come un guanto.

By

Categorie: Categorie Models

Tags: Tag