Lavorare in showroom, effetti collaterali…

Lo “showroom”, come per le automobili, è il luogo dove avviene la vendita (all’ingrosso o per clienti vip / “particolari”) della collezione. Ogni brand ha un proprio showroom o si rivolge a professionisti del settore che gestiscono showroom “multibrand” e si occupano della vendita della collezione per conto dei propri clienti.

Il lavoro della modella, in questo caso, consiste nell’indossare i capi più volte al giorno per mostrare ai clienti l’effetto della collezione “indossata”. In pratica, a differenza di un acquisto basato sulla visione di fotografie su un catalogo o degli abiti sui manichini, nello showroom, i clienti hanno la possibilità di vedere la collezione indossata dalle modelle. Tipicamente nei periodo di “campagna vendita” ogni giorno più clienti si prenotano per vedere la collezione indossata e al termine decidono quali capi comprare e finalizzano l’ordine di acquisto. I clienti in showroom sono tipicamente proprietari di negozi multibrand o persone facoltose che desiderano vedere il capo indossato prima di comprarlo.

La stagione di showroom è un lavoro piuttosto impegnativo per la modella. Il lavoro può durare anche solo alcuni giorni ma più frequentemente dura qualche mese, tutto il giorno tutti i giorni. E’ forse il lavoro più continuativo nella vita della modella, quello che consente di guadagnare un compenso fisso giornaliero per una durata abbastanza lunga e più o meno predefinita (nella vita della modella nulla è “certo” …) all’inizio di ciascuna stagione.

“Lavoro in showroom da diversi anni e devo ammettere che rispetto ad altri lavori che facciamo noi modelle è piuttosto noioso. Ogni giorno è sempre la stessa routine: prendi un abito, lo indossi, esci dai camerini, lo mostri ai clienti, torni in camerino, ne prendi un altro… E di nuovo lo mostri ai clienti. Mi cambio d’abito talmente spesso in una giornata che quando vado a fare shopping il solo pensiero di dover provare qualcos’altro prima di comprarlo mi fa venire la nausea. Perciò ho adottato un sistema infallibile: ho una sorella più piccola che di taglie è molto simile a me; la “sfrutto” e le faccio fare da mia modella personale. Lei si prova i vestiti e io poi decido se mi piacciono e voglio comprarli. Faccio quello che fanno con me i clienti in showroom, insomma. A volte si lamenta, ma io le dico sempre – adesso capisci cosa vuol dire fare la modella?!

 Nello showroom dove lavoro io siamo tutte donne: ci siamo noi modelle, le vestieriste e le venditrici. Ci tengo a sottolineare quanto siano importanti per noi le vestieriste, le ragazze che ci aiutano ad indossare i capi. Molti vestiti non solo sono difficili da infilare, ma anche da allacciare; senza il loro supporto non so proprio come si potrebbe fare … Oltre a questo poi le vestieriste si prendono cura degli abiti esposti in showroom e si assicurano che sia sempre tutto in ordine. Il compito delle venditrici, invece, è quello di capire i gusti del cliente e di cercare di proporgli i capi che sembrano più adatti in modo da soddisfarlo e non annoiarlo con cose che potrebbero non interessargli. Anche se a volte ci sono litigi e dispute tra di noi e i pettegolezzi sono all’ordine del giorno, come una macchina ben oliata, in showroom si lavora sul gioco di squadra.

Consiglio a tutte le nuove modelle che iniziano a lavorare in showroom: sii sempre educata, puntuale, professionale e … fatti i fatti tuoi. Se seguirai queste semplici regole avrai un futuro e potrai lavorare anche per parecchi anni per lo stesso brand! Se un cliente si troverà bene con te ti confermerà di stagione in stagione. Anche a loro non piace fare i casting … Proprio come a noi modelle!” 

By

Categorie: Categorie Senza categoria